Richiedi-una-Consulenza
 
facebook google+ twitter youtube
 

La ricerca intervento Calcio2000

Nella stagione 2011/2012 l'equipe CPS partecipa alla ricerca-intervento "Calcio200" in collaborazione con la cattedra di Psicologia clinica dell'università la sapienza di Roma


 
395489_10150596339394634_796676326_n dott grauso 3

La ricerca intervento Calcio 2000

La cattedra di Psicologia della Personalità della Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università di Roma La Sapienza ha avviato, a partire dal mese di Gennaio 2012 fino al mese di Marzo 2012, la Ricerca – Intervento “Calcio 2000”. I responsabili operativi sono il Dott Aldo Grauso (psicologo dello sport) e il Dott Giovanni Costanza, che hanno coordinato l’equipe di psicologi della scuola di specializzazione in Psicologia Clinica dell’Università La Sapienza di Roma.Il responsabile scientifico è il Prof Accursio Gennaro. 

Lo scopo era quello di verificare se la promozione e il miglioramento dell’aspetto relazionale comunicativo e quello attentivo e concentrativo all’interno di una squadra di calcio abbia effetti positivi sulle prestazioni, favorendo il benessere della squadra ed il raggiungimento dei risultati.


calcio 2000 corr_laziale    calcio 2000 corriere dello sport

 

 

 

INTERVISTA AL DOTT ALDO GRAUSO (Responsabile Operativo del progetto “Calcio 2000”) Siamo giunti con estrema soddisfazione al termine del nostro trimestre. La legge dei grandi numeri (quella che nel calcio conta più di ogni altra cosa) ci da ragione. In tutte e tre le squadre siamo entrati in azione a gennaio in zona retrocessione e lasciamo ad aprile  il nostro lavoro in zona play out. Tutti questi miglioramenti si sono verificati in sole nove gare analizzate per il campionato di Promozione e in dodici per il campionato di C2. Tutti le tre società, se pur con problematiche iniziali diverse, hanno raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati, ovvero l’aumento della loro media punti. Io e tutta l’equipe valutativa dell’Università La Sapienza siamo consapevoli che il successo di questo intervento è stato quello di aver miscelato competenze diverse che ogni gruppo di lavoro deve avere: motivazione, fiducia, attenzione e concentrazione. Questo è stato raggiunto attraverso un lavoro intenso e metodico e con l’aiuto dei tre allenatori che si sono dimostrati aperti a questo genere di iniziativa, oltre che ovviamente delle tre dirigenze. Soprattutto i mister Liberti e Guglielmo hanno avuto la coincidenza di essersi trovati a prendere in mano le loro squadre nello stesso periodo in cui è nato il progetto. Ciò potrebbe dunque aver stimolato ancor di più i ragazzi delle due squadre, così lontane geograficamente e territorialmente tra loro, che se pur con stili e modi differenti di vita, hanno reagito nello stesso modo alle difficoltà sportive. Volevamo infatti valutare anche questo,e per ciò in sede di scelta abbiamo individuato una società dei parioli, massimo espressione di benessere socio-economico, e una di estrema periferia con tutte le sue difficoltà. Discorso a parte merita la Roma C5, che dimostra come una realtà così poco visibile e attraente tra i ragazzi come quella del calcio a 5 possa essere maggiormente studiata e analizzata da progetti di questo tipo, in quanto anch’essa ha migliorato il suo rendimento soprattutto nella fase iniziale il proprio rendimento.   Ora siamo consapevoli che lasciamo tre società nel periodo più intenso e altamente stressante, con i playout da evitare,ma siamo altrettanto convinti che con queste “nuove”competenze, i gruppi e i loro validi allenatori riusciranno a raggiungere i rispettivi obietti. In qualunque modo noi tutti faremo il tifo per loro. Sarebbe una cosa molto affascinante e suggestiva a fine campionato un amichevole tra il Futbolclub e il Real Torbella Monaca, così magari per stringerci tutti la mano, farci i complimenti ricordando dove eravamo e dove siamo arrivati. In conclusione, anticipo che verso giugno organizzeremo un convegno in facoltà dove presenteremo a tutti i nostri risultati. Inviteremo enti, federazioni, giornali e società.  Tengo a ringraziare la rivista “Il Calcio Illustrato” per l’interesse e la visibilità che ha concesso a questo progetto. Speriamo che il sasso che abbiamo lanciato nel vasto oceano calcistico, crei ancora iniziative di questo genere, in un mondo che sta lentamente accogliendo sempre più figure come la nostra. Io e tutta la mia equipe saremo felici di confrontarci con chi vorrà intraprendere progetti di questo tipo.


Torna alla lista        Stampa


Home | Chi Siamo | Servizi | Rassegna Stampa | Video | Richiedi una Consulenza | Contatti



COPYRIGHT ©  Consulenze Psicologia Sport - Referente del sito Aldo Grauso - C.F. GRSLDA82P06B110A - Tutti i diritti riservati